L’associazione tra stati depressivi, uso di farmaci antidepressivi e maggiore rischio di tromboembolismo venoso era stata prospettata in studi precedenti ed è stata ora confermata da una rassegna sistematica e meta-analisi degli studi disponibili, che globalmente ha esaminato i risultati di oltre 960.000 pazienti.

Un recente studio che ha analizzato i risultati di lavori precedenti ha concluso che chi soffre di depressione e chi fa uso di farmaci antidepressivi ha un rischio aumentato di soffrire anche di tromboembolismo venoso (TEV). L’associazione tuttavia non vuole certo indicare una causalità e altri studi sono necessari per esaminare la rilevanza specifica dei numerosi singoli fattori che possono contribuire al rischio di TEV in questa tipologia di pazienti.

In dettaglio, l’analisi di 3 studi disponibili ha permesso di confermare l’associazione tra stato depressivo e TEV, con un rischio relativo di TEV che è risultato di 1,31 (95% intervallo di confidenza 1,13-1,53) nei pazienti con stato depressivo rispetto a soggetti senza questo problema. L’analisi ha quindi esaminato 6 studi che avevano affrontato il rischio di TEV in pazienti con depressione che facevano oppure no uso di farmaci antidepressivi. L’analisi di questi studi ha permesso di concludere che il rischio relativo di TEV era 1,27 (1,06-1,51) volte superiore in chi usava antidepressivi rispetto a chi non li usava.

Gli autori della rassegna danno poi risultati circa il diverso effetto di singoli farmaci antidepressivi. Questo studio ha confermato che la depressione, di per sé, e l’uso di farmaci antidepressivi risultano entrambi associati a un incremento del rischio di TEV. L’associazione non vuole certo indicare una causalità e altri studi sono necessari per esaminare la rilevanza specifica dei numerosi singoli fattori che possono contribuire al rischio di TEV in questa tipologia di pazienti.


Bibliografia
Kunutsor et al., Depression, antidepressant use, and risk of venous thromboembolism: systematic review and meta-analysis of published observational evidence. Ann Med 2018 on line 1-17. https://www.tandfonline.com/doi/abs/10.1080/07853890.2018.1500703.

Gualtiero Palareti

Presidente AIPA-Bologna (Associazione Italiana Pazienti Anticoagulati). Presidente Fondazione Arianna Anticoagulazione

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

Vuoi pubblicare un commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa