Gualtiero Palareti, presidente di Fondazione Arianna Anticoagulazione, sintetizza alcuni punti della due giorni bolognese, che ha visto coinvolti esperti di diverse specialità.

Il 7-8 febbraio si è tenuto a Bologna il 4° Convegno di anticoagulazione.it. La partecipazione al Convegno è stata davvero importante: i partecipanti sono stati quasi 280, contro i 190 dell’anno precedente: un bell’incremento. Pensiamo sia giustificato parlare di “successo” per questa manifestazione, che vede premiate le sue finalità, quali:

a) coinvolgere e sostenere lo sforzo dei colleghi che continuano a partecipare attivamente ai numerosi studi clinici promossi dalla Fondazione Arianna Anticoagulazione senza alcun vantaggio economico;

b) sollecitare l’interesse e favorire la partecipazione e collaborazione di professionisti di diverse specialità, ma tutti coinvolti nel tema trasversale dei trattamenti anticoagulanti e antitrombotici;

c) far partecipare direttamente i rappresentanti dei pazienti, che vivono quotidianamente la realtà di queste terapie.

Un aggiornamento sui numerosi studi clinici attualmente in corso è stato l’obiettivo della prima mattina dei lavori. Sono seguite poi una serie di letture da parte di eminenti professionisti, noti a livello internazionale, che ci piace citare in dettaglio: Prof. Sergio Coccheri (Bologna), che ha trattato il tema delle emorragie dovute a condizioni di iperfibrinolisi; il Prof. Lord Ajay Kakkar (Londra, Presidente dello Thrombosis Research Institute), che ha descritto risultati recenti del registro internazionale GARFIELD; il Prof. Zaverio Ruggeri (La Jolla, California), che ha illustrato potenziali nuove tecnologie per valutare l’effetto dei nuovi farmaci anticoagulanti; e infine il Prof. Giancarlo Agnelli (Perugia), che ha commentato i trial clinici recenti più rilevanti relativi all’uso dei nuovi farmaci anticoagulanti.

Grande importanza è stata data all’uso di farmaci anticoagulanti e antitrombotici nei pazienti anziani. Il rischio emorragico di questi trattamenti aumenta nei pazienti di età più avanzata, nei quali spesso concorre la presenza di alcuni rilevanti fattori di rischio, quali una globale condizione di fragilità (che riguarda anche la capacità di attenzione), una tendenza alle cadute, la frequente presenza di altre patologie e la somministrazione di numerosi farmaci. Questi temi sono stati oggetto di una tavola rotonda estremamente interessante e coinvolgente che ha occupato quasi tutto il pomeriggio, alla quale hanno partecipato, oltre a colleghi attivi in anticoagulazione.it anche i seguenti illustri professori di Geriatria: Mario Bo (Torino), Giovambattista Desideri (L’Aquila), Niccolò Marchionni (Firenze) e Graziano Onder (Roma), che ringraziamo per il loro importante contributo al Convegno.

Nella seconda giornata il Convegno si è diviso in due aule, per la necessità di trattare diversi e numerosi temi, tra i quali citiamo solo i titoli di alcune sessioni: funzione renale, trapianto di rene, trombosi e anticoagulanti; particolari aspetti del rischio trombotico in gravidanza; assistenza e qualità di vita dei pazienti anticoagulati, progetti regionali e attività delle AIPA; trattamenti antitrombotici associati in pazienti con cardiopatia ischemica; risultati recenti sull’uso di aspirina per la prevenzione delle patologie vascolari; il laboratorio di coagulazione e i NAO; il trattamento di lungo termine dei pazienti con tromboembolia venosa.
Tutte le sessioni sono state programmate per lasciare un ampio spazio per la discussione da parte di tutti i presenti, e in effetti un’attiva discussione si è sempre verificata.

Il portale anticoagulazione.it pubblicherà un po’ per volta materiale descrittivo di quanto presentato e discusso durante le diverse sessioni del Convegno, con l’obiettivo di diffonderne la conoscenza il più possibile tra i lettori.

Per finire è un piacere, oltre che doveroso, ringraziare tutti gli amici che come moderatori, relatori o discussant hanno contribuito in modo determinante al successo del Convegno. Ringraziamo tutti i partecipanti per la fiducia accordataci nel seguire il Convegno, e la Società che lo ha materialmente, e in modo magistrale, organizzato. Infine, grazie alle Aziende che lo hanno supportato e reso possibile.

Gualtiero Palareti

Presidente AIPA-Bologna (Associazione Italiana Pazienti Anticoagulati). Presidente Fondazione Arianna Anticoagulazione

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

Vuoi pubblicare un commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa