Il trattamento anticoagulante cronico coinvolge all'incirca un milione di italiani, con una tendenza ad un progressivo e importante incremento. Inoltre, il numero di persone che assumono cronicamente farmaci antitrombotici è sicuramente ancora più elevato, anche se non valutabile con sicurezza. Il settore dell'anticoagulazione, e in misura minore anche quello degli antiaggreganti, vive oggi un momento di grande innovazione grazie all'introduzione anche nel nostro paese di nuovi farmaci orali anticoagulanti per i quali è prevedibile un impiego molto diffuso.

Da oltre 50 anni gli unici farmaci anticoagulanti disponibili per un uso cronico sono stati gli antagonisti della vitamina K (AVK). Sicuramente molto efficaci, essi presentano però degli aspetti di difficoltà nella gestione della terapia che necessità di frequenti controlli periodici con conseguente regolazione esperta della dose quotidiana. La necessità di monitorare adeguatamente l'anticoagulazione con AVK necessita di un grosso impegno da parte dei pazienti e un'alta qualità dei servizi sanitari per fare in modo che la terapia sia efficace e con il minor numero possibile di complicanze. L'introduzione nell'uso clinico quotidiano di nuovi anticoagulanti orali (NAO) – denominati anticoagulanti orali diretti – dotati di meccanismo d'azione diverso tra loro e completamente diverso dagli AVK, ha aumentato l'incertezza e il bisogno di chiarimenti e suggerimenti. Questi farmaci trovano indicazione per un uso cronico per il trattamento di pazienti con fibrillazione atriale non valvolare (FANV) o per la terapia in fase acuta o di lungo periodo del tromboembolismo venoso (TEV).

GIOVEDI 21 GENNAIO

10:30

SESSIONE PRE-CONGRESSUALE (Aula Maggiore 1)

REGISTRO START (Survey on anTicoagulated pAtients – RegisTer) per la raccolta di dati di pazienti trattati cronicamente con anticoagulanti

Moderatori: A. Tosetto, V. Pengo, D. Poli

START REGISTER: stato attuale, problemi e possibili soluzioni, prospettive scientifiche

G. Palareti, E. Antonucci

Discussione e proposte

Il triplice trattamento antitrombotico: lo START Antiplatelet e stato attuale del registro

R. Marcucci

START-LABORATORIO

S.Testa

START-EVENTI

W. Ageno, S. Testa

Registro FADOI-START

F. Dentali, N. Mumoli

Discussione sui temi precedentemente trattati

13:00

LUNCH SESSION SATELLITE (Aula Maggiore 1) Sponsor Alfa Wassermann

Paziente con tromboembolismo venoso (TEV): quali opzioni terapeutiche dopo il trattamento anticoagulante standard?

G. Palareti
14:00

APERTURA DEL CONVEGNO (Aula Maggiore 1)

Saluti inaugurali

Fondazione Arianna Anticoagulazione – Presidente Onorario: S. Coccheri Rappresentanti di FederAIPA, FCSA, SISET, FADOI
14:30

SESSIONE 1 (Aula Maggiore 1)

Uso allargato degli anticoagulanti orali diretti (NAO): dati attuali

Moderatori: G. Agnelli, M. Cattaneo, A. Falanga

Il paziente con embolia acuta non emodinamica: quale l'approccio pratico per l'anticoagulazione

C. Becattini

Durata della terapia nel tromboembolismo venoso (TEV): vicini alla soluzione?

P. Prandoni

I nuovi anticoagulanti orali diretti (NAO): dati post-marketing disponibili sulla fibrillazione atriale (FA)

V. Pengo

Alcuni risultati dello START-Register

E. Antonucci

Ruolo dei Centri Trombosi per pazienti in terapia con anticoagulanti orali diretti (NAO): emergenza e follow-up

S. Testa

Discussione generale sui temi precedentemente trattati

Discussant: F. Piovella
17:15

SESSIONE 2 (Aula Maggiore 1)

Anticoagulanti: indicazioni, rimborsabilità e aspetti di laboratorio

Moderatori: P.L. Antignani, L. Iacoviello, M. Margaglione

Prevenzione e trattamento del tromboembolismo venoso (TEV): tra prescrivibilità e rimborsabilità dei farmaci anticoagulanti

A. Grion

Anticoagulanti nelle trombosi venose superficiali e in quelle limitate al polpaccio; e ulcere venose?

D. Imberti

Il laboratorio: cosa i laboratoristi devono fare

A. Tripodi

Il laboratorio: cosa i clinici devono sapere

C. Legnani

Discussione generale sui temi precedentemente trattati

Discussant: M.B. Donati

VENERDI 22 GENNAIO

8:30

SESSIONE 3A (Aula Maggiore 1)

Aspetti e problemi tecnici dei test di laboratorio per la misurazione degli anticoagulanti orali diretti (NAO)

Coordinatore: A. Tripodi
Moderatori: A. Tripodi, S. Villalta

Il laboratorio e gli anticoagulanti orali (NAO)

A. Tripodi

Cosa si aspetta il clinico dal laboratorio

A. D'Angelo

Esperienza pratica su casi clinici

C. Legnani, S. Testa

Caso 1: Fenomeno LAC interpretato come eccessiva anticoagulazione da NAO

Caso 2: Insensibilità del PT per l'effetto anticoagulante di un NAO

Discussione sui temi precedentemente trattati

Discussant: U. Armani

 

SESSIONE 3B (Aula Maggiore 1)

Risultati recenti e clinicamente rilevanti sugli anticoagulanti antivitamina K (AVK)

Coordinatore: D. Prisco
Moderatori: D. Prisco, G. Lo Pinto

Nell'era dei nuovi anticoagulanti orali diretti (NAO), quali pazienti bene ciano ancora della terapia con antivitamina K (AVK)?

M. Moia

La dieta in corso di terapia con antivitamina K (AVK): dati recenti

P. Pignatelli

Gestione della terapia con antivitamina K (AVK) nei pazienti con insu cienza renale avanzata

V. Toschi

Gestione peri-operatoria del paziente in terapia con antivitamina K (AVK)

B. Cosmi

Discussione sui temi precedentemente trattati

Discussant: G. Guazzaloca

 

SESSIONE 3C (Aula Saragozza – piano inf.)

L'associazione di anticoagulanti e antiaggreganti. Vantaggi e rischi: quando è indispensabile?

Coordinatore: R. Marcucci
Moderatori: R. Marcucci, C. Cerletti

Anticoagulanti ed antiaggreganti: il razionale siopatologico dell'associazione

G. de Gaetano

Rischio emorragico della associazione tra anticoagulanti ed antiaggreganti

M. Marietta

Anticoagulanti e mono antiaggregazione: a chi, quando e per quanto tempo

P. Gresele

Anticoagulanti e doppia antiaggregazione: la di cile convivenza tra brillazione atriale (FA), sindrome coronarica acuta e stenting coronarico

G. Patti

Il registro START Antiplatelet

R. Marcucci

Discussione sui temi precedentemente trattati

11:00

SESSIONE 4 (Aula Maggiore 1)

La formazione e l'informazione necessaria per i professionisti e i pazienti anticoagulati Il portale anticoagulazione.it: bilancio di un anno e prospettive future

S. Malosio, L. Gamondi
Moderatori: W. Ageno, M. Moia, F. Marongiu, V. Pengo, D. Poli, D. Prisco, S. Testa, A. Tosetto, A. Tripodi

Discussione sui temi precedentemente trattati

12:00

INCONTRO CON LE DIREZIONI MEDICHE DELLE AZIENDE PRODUTTRICI DEI NAO

"Opinioni/progetti delle Aziende su: sicurezza dei trattamenti, informazione di professionisti e pazienti, follow-up dei pazienti"

(Aula Maggiore 1)
Moderatore: G. Palareti
Boehringer Ingelheim, Bayer, BMS-Pfizer, Daiichi Sankyo
13:00

LETTURA SATELLITE

(Aula Maggiore 1) Sponsor Colpharma

Fibrillazione Atriale e Comorbidità: l'importanza dello screening opportunistico

E.R. Cosentino
14:30

SESSIONE 5A (Aula Maggiore 1)

I coagulometri portatili (Point of Care) per pazienti in terapia con antivitamina K (AVK): cosa si aspetta per adottarli in misura idonea?

Coordinatore: F. Marongiu
Moderatori: F. Marongiu, C. Manotti

Qualità dell'anticoagulazione con l'uso dei POC: cosa dicono gli studi

F. Dentali

L'esperienza del Centro di Cagliari

D. Barcellona

Perché alcuni Centri non accettano e non supportano i POC? Possono essere considerati un'alternativa ai nuovi anticoagulanti orali (NAO)?

F. Marongiu

Interventi sulle esperienze di altri Centri per il trattamento dell'anticoagulazione

 

SESSIONE 5B (Aula Maggiore 2)

Aspetti particolari su anticoagulazione e brillazione atriale (FA): lo START-FA

Coordinatore: D. Poli Moderatori: D. Poli, M. Zanazzi

Introduzione: perché un registro sulla brillazione atriale (FA)

D. Poli

Cardioversione elettrica: indicazioni, uso dei vecchi e nuovi anticoagulanti

M. Lettino

L'uso degli score nella valutazione del paziente con brillazione atriale (FA)

R. De Cristofaro

L'insufficienza renale come fattore di rischio emorragico e trombotico

C. Cimminiello

L'aderenza al trattamento anticoagulante nel paziente con FA

D. Poli

 

SESSIONE 5C (Aula Saragozza – piano inf.)

Trattamenti anticoagulanti e antitrombotici nelle donne

Coordinatore: I. Martinelli Moderatori: I. Martinelli, M. Miniati

Farmaci antitrombotici (anticoagulanti e antiaggreganti) nella prevenzione delle complicanze ostetriche

P. Simioni

Anticoagulazione in gravidanza: serve monitorare l'eparina a basso peso molecolare?

C. Legnani

Anticoagulazione nelle procedure di fecondazione assistita

E. Grandone

Prescrivibilità dell'eparina a basso peso molecolare in gravidanza

V. De Stefano

Discussione sui temi precedentemente trattati

Discussant: R. Quintavalla

Discussione sui temi precedentemente trattati

Discussant: N. Ciavarella

Discussione sui temi precedentemente trattati

Compilazione dei questionari ECM e fine dei lavori

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa