AREA FCSA

La rete dei Centri italiani per la diagnosi della trombosi e la sorveglianza delle terapie antitrombotiche

Dare risposte concrete ai problemi reali dei pazienti anticoagulati (e dei professionisti che li seguono) è l’obiettivo che da oltre 30 anni anima la Federazione dei Centri per la diagnosi della trombosi e la Sorveglianza delle terapie Antitrombotiche (F.C.S.A), una rete di oltre 250 tra strutture ospedaliere ed ambulatori che collaborano per garantire i migliori standard diagnostici e terapeutici. I risultati dell’ultimo anno di attività, un anno che ha visto il coinvolgimento dei Centri anche in numerosi studi collaborativi spontanei, sono stati presentati al recente 34° Congresso F.C.S.A. di Firenze.

LEGGI L'ARTICOLO...

34° Congresso Nazionale F.C.S.A.

Si è tenuto a Firenze dal 28 al 30 settembre il 34° Congresso F.C.S.A (Federazione dei Centri per la diagnosi della trombosi e la Sorveglianza delle terapie Antitrombotiche). Centrale il dibattito sulla gratuità delle cure, animato da Nicola Magrini e Massimo Cirri, in un momento di forte difficoltà del SSN che ha visto chiudere molti Centri che si occupavano di terapie anticoagulanti e depotenziarne altri. La scarsa attenzione al “capitale umano”, alle preziose competenze sviluppate nei centri di riferimento, ha portato al depauperamento di risorse preziose per affrontare terapie complesse.

LEGGI L'ARTICOLO...

Pazienti in terapia con DOAC poco seguiti e test di laboratorio scarsamente disponibili: i risultati della survey FCSA

Una recente indagine FCSA ha evidenziato la scarsa disponibilità dei test per la misurazione degli anticoagulanti orali diretti (DOAC) nelle strutture ospedaliere o territoriali coinvolte nella gestione dei pazienti anticoagulati. I pazienti in terapia con DOAC risultano meno seguiti a livello specialistico rispetto a quelli in trattamento con anti vitamina K (AVK).

LEGGI L'ARTICOLO...

Caricamento
INFORMAZIONE GRATUITA
INFORMAZIONE GRATUITA
INFORMAZIONE SCIENTIFICA
INFORMAZIONE GRATUITA
INFORMAZIONE GRATUITA
INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

CON IL CONTRIBUTO DI

sanofi

Questo si chiuderà in 0 secondi