Profilassi del tromboembolismo venoso in gravidanza

La gravidanza e le prime sei settimane dopo il parto (puerperio) sono condizioni che espongono le donne ad un maggiore rischio di tromboembolismo venoso. Tuttavia, solo quando coesistono anche altri fattori predisponenti, tale rischio è così elevato da richiedere una profilassi antitrombotica.

LEGGI L'ARTICOLO...

Caricamento

Questo si chiuderà in 0 secondi