Tutto cominciò nel 2008 con un'angioTAC che individuò un grosso aneurisma alla gamba destra, da operare subito, mentre alla sinistra il "gemello" (causato da difetto di "fabbrica", sedentarietà del lavoro etc.) era piccolo ed è stato silente per alcuni anni, poi è cresciuto anche lui.

Anche quest'inverno dobbiamo fare i conti con le malattie da raffreddamento: dal semplice raffreddore a bronchiti e tracheiti che talvolta si complicano in broncopolmoniti, che portano quasi sempre al ricovero ospedaliero.

1. Quale è il loro meccanismo d'azione?
Agiscono rallentando la coagulazione del sangue mediante inibizione mirata di un singolo fattore della coagulazione.

Certo che no, e soprattutto si possono correre dei rischi quando alcuni di questi sono usati in associazione con determinati farmaci.

I pazienti in terapia anticoagulante cronica non devono mai perdere di vista il fatto che i farmaci sono essenziali per la loro salute, spesso dei salvavita. Proprio per questo motivo è fondamentale essere precisi e costanti sui tempi di assunzione dei farmaci.

Viaggiare e mountain-bike sono le mie due grandi passioni.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa