In vista di un incontro aperto agli utenti del Centro Trombosi di Careggi, l’AIPA locale ha intervistato 200 persone in merito alla loro conoscenza dell’argomento. Ecco le risposte.

Tutti gli intervistati sono a conoscenza dell’esistenza dei coagulometri portatili e la quasi totalità (il 96.4%) ritiene che potrebbe essergli utile. Sono questi i numeri di un’indagine che come AIPA Firenze abbiamo condotto su 200 utenti del Centro Trombosi di Careggi.


Ogni anno, in collaborazione con l’AOU Careggi di Firenze, organizziamo infatti degli incontri medici-pazienti su vari argomenti di interesse per chi frequenta il Centro Trombosi dell'ospedale (sia in terapia con NAO sia con AVK). 
L’11 maggio si è tenuta un’assemblea dal titolo “I coagulometri portatili – L’esperienza in Italia e nel mondo”.


Prima di incontrarci, abbiamo svolto un'inchiesta presso i pazienti dell'ospedale ed ecco che cosa è emerso:

Perché fai la terapia anticoagulante? 



Conosci i coagulometri portatili?

  • Sì 100%

Pensi che potrebbe esserti utile?
  • Sì 96.4% 

Coloro che lo hanno già usato
- perché pensi che sia utile?
  • Più pratico 90%
  • Evita il prelievo da vena 10%


Dal dibattito che poi è scaturito da questa inchiesta è risultato che il coagulometro portatile è usato pochissimo in Italia, soprattutto per l'elevato costo. Tuttavia, se, come avviene in altri Paesi, potesse essere rimborsato dal Servizio sanitario nazionale, non dubitiamo che sarebbe largamente utilizzato.
Attualmente ne fanno uso pochissime persone che per ragioni di lavoro devono viaggiare molto, oppure che lo acquistano per comodità e che si possono permettere l’alto costo. La nostra associazione, insieme ad altre, sta cercando di sensibilizzare sia le persone che gli amministratori e i politici su questo argomento.
Speriamo di riuscirci: non desistiamo e continuiamo nel nostro intento.

Giuliana Matassi

Presidentessa A.I.P.A. Firenze

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

Commenti

0 #1 MARCO TANI 2019-07-13 06:48
L'uso del coagulometro portatile è condizionato dai costi ed il Paziente è costretto ad acquistarlo non essendo previsti rimborsi di qui luna delle principali limitazioni all'uso.

Una domanda di carattere tecnico-organizzativo. Come avete organizzato il controllo della efficienza delle strumentazioni in dotazione ad ogni singolo paziente ?
Citazione

Vuoi pubblicare un commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa