Una nostra lettrice ci segnala il suo faticoso percorso per ottenere informazioni utili per il rinnovo del piano, tra specialisti non autorizzati e medici di base che non conoscono a fondo l’iter necessario e che non riescono a indirizzare i pazienti nei Centri dedicati.

Il rinnovo del piano terapeutico è uno degli aspetti che più mette in difficoltà chi è sottoposto a terapia anticoagulante con i NAO. Almeno una volta l’anno chi prende un anticoagulante orale dovrebbe recarsi in un centro specializzato o da uno specialista per controllare che le dosi del trattamento siano ancora valide.
Anticoagulazione.it in collaborazione con AIPA Bologna stanno promuovendo un sondaggio aperto a tutti coloro che sono in terapia con i NAO
Desideri partecipare al sondaggio? Clicca qui.

Riceviamo e pubblichiamo la segnalazione di una nostra lettrice dalla provincia di Milano.

Vorrei raccontare la mia esperienza affinché altre persone non si trovino nella mia stessa situazione: sono in trattamento con Xarelto da 4 anni per varie trombosi più embolia polmonare. Nel 2015 venni dimessa dall'ospedale con il piano terapeutico, ma nessun medico mi spiegò cosa fosse. Soprattutto, nessuno mi comunicò che avesse una scadenza. Lo appresi dal mio medico di base, che però non seppe fornirmi indicazioni su come procedere per il rinnovo.
Mi trovai nel panico più totale: non dormivo più la notte e durante il giorno giravo per Milano alla ricerca di medici ematologi (a pagamento!) per avere il rinnovo. Anche così, sembrava che non ci fosse nessuno di autorizzato.
Per farla breve fui dirottata da un centro all'altro senza esito, finché una persona mi spiegò che esistono Centri dedicati e mi indicò l'ospedale San Raffaele di Milano; sono ora seguita regolarmente dal centro TAO e mi sento molto tranquilla e sollevata.
Ho riscontrato assenza totale di informazione anche da parte dei medici di base, ecco perché voglio segnalare il problema con questo messaggio. Spero di aiutare altre persone a superare in modo più agevole questa difficoltà, nella speranza che non stiano male come lo sono stata io”.

Redazione

Anticoagulazione.it

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

Vuoi pubblicare un commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa