Una delle situazioni più complesse nella terapia della trombosi associata al cancro si incontra in presenza di piastrinopenia.

Informare i cittadini, aggiornare i medici. Fin dal suo esordio sono state queste le parole chiave del portale Anticoagulazione.it, che da alcuni anni produce contenuti indipendenti per professionisti e pazienti su terapie anticoagulanti, ma anche consigli su lifestyle e benessere.

Dal 23 al 26 maggio si terrà a Venezia il 25° Congresso Biennale della European and Mediterranean League of Thrombosis and Allied Disorders, che riunirà i maggiori esperti internazionali sulla trombosi.

Uno dei nodi ancora da sciogliere della terapia anticoagulante riguarda i frequenti prelievi cui sono sottoposti i pazienti in cura con warfarin. Il farmaco va infatti costantemente dosato in base allo stile di vita del paziente, che deve essere disposto a prestare il suo braccio piuttosto di frequente alle siringhe.

I NAO non necessitano di un aggiustamento posologico, sulla base del test di laboratorio, come invece succede per i farmaci antagonisti della vitamina K (Coumadin e Sintrom). Esistono però delle situazioni particolari:

È l’incubo di ogni medico: il paziente che si informa su internet e ritiene di essere in grado di farsi una diagnosi o di gestire in autonomia il problema per il quale si è recato in ambulatorio.

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa