È il curioso risultato cui sono arrivati alcuni ricercatori olandesi, che però ricalca quello ottenuto in lavori analoghi in altre parti del mondo. Le cause sono ancora da chiarire, ma potrebbero centrare sintomi diversi a seconda del genere e il fatto che le donne hanno una maggiore probabilità di vivere da sole e essere meno seguite.

Le donne che hanno un attacco cardiaco al di fuori dell’ospedale hanno meno probabilità di essere soccorse rispetto agli uomini. È quanto afferma uno studio olandese, che ne segue uno statunitense sulla stessa lunghezza d’onda. In base ai dati analizzati, solo il 68% delle donne in arresto cardiaco avrebbe ricevuto un tentativo di rianimazione dai passanti prima dell’arrivo dell’ambulanza, contro il 73% degli uomini.

Il lavoro è stato condotto in una provincia dei Paesi Bassi da ricercatori dell’Università di Amsterdam che hanno esaminato dati su oltre 5.700 persone (il 28% era donna) che hanno avuto arresti cardiaci al di fuori dell’ospedale tra il 2006 e il 2012. I risultati seguono un trend che si vede a livello internazionale. Nonostante i tentativi di rianimazione dei servizi di emergenza, solo il 12,5% delle donne è sopravvissuto ed è stato dimesso dall'ospedale, rispetto a circa il 20% degli uomini.

In caso di attacco cardiaco i passanti svolgono un ruolo cruciale, poiché la sopravvivenza di una persona dipende dalla rapidità con cui avviene la rianimazione cardiopolmonare (CPR) e dalla velocità con cui viene chiamata l’ambulanza.

Le cause della discrepanza nel soccorrere uomini e donne non sono chiare. Tra le ipotesi, il fatto che i sintomi siano un po’ diversi, di più difficile interpretazione per le “quote rosa” (dolore al petto per i maschi, stanchezza, nausea o dolore al collo o alla mandibola per le donne) e che tendano a essere sottovalutati dalle stesse persone colpite.

Inoltre, le donne hanno una probabilità maggiore di essere vedove o di vivere da sole, il che significa un aumento del rischio di avere un attacco quando nessuno può soccorrerle. Chi le circonda, poi, potrebbe avere inibizioni sull'esecuzione di compressioni toraciche su una donna.


Bibliografia

Blom MT, Oving I, Berdowski J, van Valkengoed IGM, Bardai A, Tan HL. Women have lower chances than men to be resuscitated and survive out-of-hospital cardiac arrest. Eur Heart Jour 2019, ehz297, https://doi.org/10.1093/eurheartj/ehz297/

 

Vuoi pubblicare un commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa