La recente letteratura scientifica segnala che pazienti con trombosi venosa profonda (TVP) presentano con più frequenza anche segni di patologia arteriosa.

Un recente studio clinico italiano1 ha esaminato un gruppo (n. 252) di pazienti con una recente TVP idiopatica degli arti inferiori (dopo 3 mesi dall’insorgenza), cercando la presenza di residuo trombotico venoso (RTV) (riscontrata nel 55.2%) e segni di alterazioni aterosclerotiche sub-cliniche delle arterie carotidi.
Un aumento dello spessore dello strato intima-media della parete delle carotidi (> 0.9 mm) è stato riscontrato nel 54.7% dei pazienti con e nel 31.0% di quelli senza RTV (differenza statisticamente significativa, p<0.001); mentre almeno una placca carotidea era presente nel 57.6% dei pazienti con RTV e nel 31.9% dei pazienti senza RTV (p<0.001). Il rischio calcolato di avere alterazioni arteriose subcliniche è risultato di 2.8 volte superiore nei pazienti con, rispetto a quelli senza RTV.

Questo studio aggiunge un ulteriore elemento a conferma della presenza di una relazione tra la tendenza alla patologia trombotica venosa e la presenza di alterazioni a carattere aterosclerotico delle arterie.


Bibliografia
Prandoni e coll.: An association between residual vein thrombosis and subclinical atherosclerosis: Cross-sectional study. Thromb Res 2017; 157:16-19.

Gualtiero Palareti

Presidente AIPA-Bologna (Associazione Italiana Pazienti Anticoagulati). Presidente Fondazione Arianna Anticoagulazione

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

Vuoi pubblicare un commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa