Stampa

E’ somministrata sottocute, non necessita in generale di alcun controllo di laboratorio e la dose per il trattamento o la profilassi della TVP/EP può essere fissa, sulla base della condizione clinica e del peso corporeo de paziente. Esistono, però, casi particolari per i quali è necessario un controllo di laboratorio, che si esegue mediante un test denominato misura dell’attività inibitoria al fattore Xa (anti-FXa). I casi in questione riguardano la gravidanza, il trattamento prolungato, l’età pediatrica, l’insufficienza renale e tutti i casi per i quali si registrano eventi trombotici e/o emorragici in corso di terapia. L’uso di LMWH per la profilassi della TVP/EP non richiede di regola alcun controllo di laboratorio.

 

Armando Tripodi

Professore Ordinario di Biochimica Clinica e Biologia Molecolare Clinica presso la Facoltà di Medicina e Chirurgia, Università degli Studi di Milano

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa