Newsletter anticoagulazione.it - speciale NATALE

SE NON VISUALIZZI CORRETTAMENTE QUESTA E-MAIL CLICCA QUI

Buona la qualità di vita dei pazienti in terapia con AVK: lo dimostra uno studio recente

Gualtiero Palareti

Viene spesso ritenuto che, soprattutto a causa dei frequenti controlli del sangue, l’anticoagulazione cronica con antagonisti della vitamina K (AVK) influenzi negativamente la qualità di vita dei pazienti.


Leggi tutto

Il valore della parola

Alberto Tosetto

Quanto è importante che il medico spenda del tempo parlando con i pazienti?

Da vari anni sappiamo che il paziente che ha ricevuto una buona informazione da parte di un sanitario (medico o infermiere) saprà condurre meglio la terapia anticoagulante orale e avrà una migliore aderenza ad essa.


Leggi tutto

AIFA: eparine a b.p.m. per i pazienti anticoagulati con AVK prima di un intervento. Nuove disposizioni

Redazione

Il 6 agosto La Gazzetta Ufficiale ha formalizzato le disposizioni dell’AIFA che, accogliendo le istanze della FCSA, consentono la prescrizione delle eparine a basso peso molecolare a totale carico del Servizio sanitario nazionale per la profilassi del tromboembolismo nelle pazienti a rischio nel corso della gravidanza e del puerperio...


Leggi tutto

Donne in terapia anticoagulante: la terapia ormonale è sicura

Ida Martinelli

Le donne in trattamento anticoagulante che assumono terapia ormonale non hanno un aumentato rischio di recidive di tromboembolismo venoso (TEV) rispetto a coloro che non ricevono terapia ormonale.


Leggi tutto

La malattia renale cronica e la terapia anticoagulante: un problema poco conosciuto

Maria Zanazzi

Il progressivo invecchiamento della popolazione e l’aumentato riscontro di patologie quali l’ipertensione arteriosa, la malattia cardiovascolare, l’obesità, il diabete hanno portato all’individuazione in molti pazienti da sottoporre a trattamento anticoagulante, di malattia renale cronica silente (MRC).


Leggi tutto

Interventi chirurgici in pazienti in terapia con i NAO: interrompere o no gli anticoagulanti

Daniela Poli

Il recente studio di A. Tripodi1 analizza le modalità migliori di preparazione dei pazienti in trattamento con i nuovi anticoagulanti orali (NAO) in previsione di interventi chirurgici o procedure invasive.


Leggi tutto

Misurare l'effetto del NAO è una necessità

Sophie Testa

Un articolo pubblicato dai colleghi canadesi su Circulation a luglio sottolinea l’assoluta necessità di misurare l’effetto anticoagulante dei nuovi anticoagulanti orali (NAO).


Leggi tutto

Embolia polmonare nei pazienti ricoverati per sincope

Emilia Cancellieri

Un importante studio italiano, coordinato dal Prof. Paolo Prandoni, sulla prevalenza dell’embolia polmonare nei pazienti ricoverati per sincope, è stato recentemente pubblicato sulla prestigiosa rivista internazionale New England Journal of Medicine.


Leggi tutto

Gentile Giulio
NEWSLETTER
SPECIALE
a cura di Redazione

SEGNALA A UN COLLEGA
CONTATTA LA REDAZIONE
© 2016 Fondazione Arianna Anticoagulazione
Ricevi questa e-mail perchè pensiamo tu possa essere interesssato ai temi dell'anticoagulazione o perchè risulti iscritto al servizio di newsletter del sito anticoagulazione.it. Se non desideri più ricevere e-mail da Anticoagulazione.it CLICCA QUI Per modificare i tuoi dati CLICCA QUI
DISCLAIMER

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa