Marcello Di Nisio


Il rischio di complicazioni tromboemboliche in pazienti con trombosi venosa superficiale è variabile. La corretta stratificazione del rischio potrebbe consentire di personalizzare l’intensità e la durata della terapia anticoagulante. Gli scopi dello studio START2-TVS sono:

  1. fornire stime attuali del rischio di complicazioni tromboemboliche in pazienti con trombosi venosa superficiale;
  2. individuare fattori di rischio per complicazioni tromboemboliche;
  3. sviluppare un modello di stratificazione del rischio utile per decidere l’intensità e durata ottimale della terapia anticoagulante.

Sono coinvolti i pazienti con trombosi venosa superficiale con almeno 3 mesi di follow-up dopo sospensione della terapia.

Redazione

Anticoagulazione.it

Hai una domanda da porre all'autore dell'articolo?

clicca questo box (la tua domanda sarà letta e risposta privatamente dall'autore senza essere pubblicata sul sito)

INFORMAZIONE PUBBLICITARIA

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa