Chi ha più di 50 anni e si trova a Verona, da maggio a settembre di quest’anno ha la possibilità di partecipare allo screening gratuito per la fibrillazione atriale, promosso da Federfarma Verona, con la collaborazione dell’Unità Operativa Complessa di Medicina Generale per lo Studio e il Trattamento della Malattia Ipertensiva dell'Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata di Verona e di FIMMG Verona con il coinvolgimento del Pronto Soccorso AOUI.

La fibrillazione atriale è un’alterazione del battito cardiaco, spesso asintomatica, che si manifesta più frequentemente nelle fasce di età più avanzate e può avere gravi conseguenze per la salute, quali l’ictus.

Per partecipare allo studio basta presentarsi in una delle 79 farmacie che hanno aderito e misurare la pressione arteriosa con semplici strumenti elettronici.
In caso di sospetto di aritmia il farmacista consiglierà la persona di sottoporsi ad un controllo clinico da parte del medico curante per valutare ulteriori accertamenti, solo in caso di urgenza di andare al pronto soccorso.

“L’obiettivo dello studio è di descrivere quanto spesso si presenti nella popolazione veronese la fibrillazione atriale e quali siano le condizioni cliniche cui essa si associa. – Spiega il Prof. Pietro Minuz, direttore dell’UOC di Medicina generale indirizzata allo studio e alla diagnostica della malattia ipertensiva AOUI". – E continua – "Spetta a tutti i medici, e innanzitutto ai medici di medicina generale, riconoscerne la presenza per prevenirne le conseguenze”. Il fine è cercare in modo pianificato e su ampia scala casi di sospetta fibrillazione atriale e intervenire per tempo.
Inoltre, i dati saranno utilizzati per identificare quanti individui presentino la fibrillazione atriale nell’area veronese e saranno anche molto utili per definire i fattori di rischio associati.

Il progetto ha permesso la creazione di un terreno di collaborazione tra diverse figure di operatori sanitari quali farmacisti, medici di medicina generale, medici ospedalieri mirato allo sviluppo sul territorio di una ulteriore presa in carico della cura del proprio territorio.

L’iniziativa ha il patrocinio dell’Ordine dei Farmacisti della provincia di Verona, dell’Ordine dei Medici della provincia di Verona e della Società Italiana per l’Ipertensione Arteriosa.

Redazione

Anticoagulazione.it

Hai delle domande da porre all'autore?

Vuoi pubblicare un tuo commento in questa pagina?

il tuo commento sarà pubblicato dopo approvazione del CdR





Codice di sicurezza
Aggiorna

TI PIACCIONO QUESTI ARTICOLI?
ISCRIVITI ALLA NOSTRA NEWSLETTER

Inserisci i tuoi dati per ricevere gratuitamente la newsletter di anticoagulazione.it

Questo sito utilizza cookie, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza e offrire servizi in linea con le tue preferenze. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all’uso dei cookie. Link alla Normativa